AIUTO! MIA FIGLIA SI E’ AUTOSVEZZATA – Lo svezzamento di Fuori di Mamma

Lo svezzamento di Fuori di Mamma

Guest post a cura di Marika Maino

Qualcuno potrebbe dire Auto che? Tranquilli non è una malattia e nemmeno un’automobile.

E’ il temutissimo Autosvezzamento. Temutissimo da chi? Di sicuro da mamme come me.

Mamme ansiose o alle prime armi, mamme che hanno mille dubbi e si chiedono sempre se stanno facendo bene o no. Mamme che hanno già svezzato il primo figlio con l’approccio tradizionale e in fondo si sono sempre trovate benissimo. Figlio mangione e soddisfatto, pappette e brodini in quantità industriale, ma in fondo che importanza ha? Se ti organizzi tutto è facile e fattibile.

Se non fosse che…

Che poi arriva lei, la tua seconda figlia, il tuo nuovo frizzante raggio di sole che decide bene di non voler mangiare niente fino agli 8 mesi inoltrati: solo, e sottolineo “solo” tetta e tanto amore liquido!

E tu allora cosa fai? Ovvio vai nel pallone, perché pappine e brodini finisci per propinarli a chiunque pur di non buttarli via, dato che la signorinella è ben decisa a vomitare l’anima piuttosto che ingerire un solo cucchiaino. E poi, udite, udite, arriva inaspettata la pediatra che candidamente ti parla di autosvezzamento, di piccoli assaggi,di cotture senza sale per tutta la famiglia, di pezzettini da assporare… E tu sei lì, fra il perplesso e lo scettico andante, a chiederti come farai! E se poi non mangia? E se poi non cresce? E se poi…?

E così, ad un certo punto, ho messo da parte tutti i miei se…

E mi sono fidata e affidata alla mia piccola, ho seguito lei.

 

Ho iniziato questo percorso in punta di piedi, forse sbagliando dei passaggi, forse no. Ho iniziato a leggere, ad informarmi, ho fatto ben due corsi di disostruzione (l’ansia c’è sempre, ma meglio fare tutto ciò che possiamo…I corsi sono spesso gratuiti, tenuti da tante associazioni come la croce bianca ecc.), ho cercato ricette che potessero soddisfare lei e tutti noi.

E fra un assaggino e l’altro, siamo arrivati a delle vere e proprie mangiate, “le grandi abbuffate”, con le mani e poi con le posate.

Insomma care amiche mamme, questo per dirvi che tutto passa, che spesso affidarsi a chi ne sa più di noi ripaga di tutti gli sforzi… E non mi riferisco solo a pediatri e professionisti, mi riferisco ai nostri bambini, che seguono il loro istinto già da piccini!

Buon appetito a tutte, fra tette e pappette, fra autosvezzamento o assaggini, fra abbuffate sane e qualche concessione…

Fuori di Mamma


Leggi altre bellissime storie sul blog Fuori di Mamma 

o sulla sua pagina Facebook Fuori di Mamma

Precedente Mini panini al latte - Idee per un buffet homemade Successivo Chi sono? Lascia che mi presenti!

4 commenti su “AIUTO! MIA FIGLIA SI E’ AUTOSVEZZATA – Lo svezzamento di Fuori di Mamma

  1. Si lo svezzamento…un gradino da salire nella vita di un bimbo di soli 6 mesi. Mettiamoci nei loro panni…poveri cuccioli!

  2. Leomamma il said:

    Si esatto, ognuno ha i suoi tempi! Come per qualsiasi altra loro tappa.

Lascia un commento

*