Crea sito

Porto Flavia con i bambini – Alla scoperta delle aree minerarie della Sardegna

Porto Flavia è una delle tante meraviglie della Sardegna che ancora non avevamo avuto il piacere di esplorare.

Uno di quei luoghi che dici sempre di voler visitare e poi rimandi, per un motivo o per un altro, e nel frattempo cambi nazione…

ma la voglia di scoprire queste bellezze mozzafiato non passa, anzi cresce a dismisura!

Potevamo farcelo scappare anche questa volta? Decisamente NO!

Porto Flavia è un porto sospeso, a picco sul mare, non una miniera come molti pensano.

E’ un vero e proprio capolavoro di ingegneria industriale, progettato dall’ingegner Cesare Vecelli che volle dare all’opera il nome di sua figlia.

Si trova sulla costa sud – occidentale dell’ Isola e regala delle viste pazzeche sul mare di Masua e sul suggestivo faraglione di Pan di Zucchero, alto 133 metri.

Il porto fu innaugurato nel 1924 e  rimase operativo fino agli anni ’60.

Come vari siti minerari della zona a fine novecento Porto Flavia venne sottoposto ad un intervento di restauro e poi riaperto al pubblico.

Come già vi ho accennato prima, si trattava di una enorme rivoluzione per quell’epoca che migliorò le condizioni di lavoro dei minatori riducendo i tempi e i costi di trasporto dei minerali che prima di allora venivano caricati a mano su piccole imbarcazioni a vela (le bilancelle) e trasportati al porto di Carloforte da dove le grandi navi li distribuivano in tutto il mondo.

I minerali provenienti da Masua e dalle miniere vicine venivano trasportati attraverso una ferrovia, poi caricati dai vagoni dentro grandi silos da 1000 tonnellate. Un sistema di nastri trasportatori, realizzato in una galleria sotto ai silos consentiva poi di trasferire i minerali direttamente alle stive delle grandi navi attraccate in prossimità del promontorio.

Curiosità

Nel 1882, un giovanissimo Gabriele D’Annunzio visitò il sito, con il compito di scrivere un articolo per conto della rivista Cronaca bizantina. Descrisse la triste condizione dei minatori, denutriti e sottoposti a ritmi di lavoro massacranti, non senza dedicare spazio a un’interessante descrizione del territorio. All’epoca della visita di D’Annunzio non era ancora presente la struttura progettata successivamente dall’ingegner Vecelli e il materiale veniva trasportato manualmente sulle imbarcazioni.

La visita

La visita guidata di Porto Flavia dura circa 1 ora e si svolge in piano, su sterrato abbastanza regolare. Prima di avventurarvi alla scoperta della galleria scavata nella roccia vi verrà consegnato un casco di protezione. Si possono scattare fotografie, ma non si possono fare registrazioni video.

Mi raccomando abbigliamento comodo e scarpe chiuse!

Leo ha ascoltato con attenzione tutte le interessantissime spiegazioni che la nostra guida, Giulia, ci ha fornito ed è rimasto affascinato dall’escursione, quindi non posso che consigliarvi al 100% questo posto incantevole.

Orari

Giugno :
Dal Lunedì al Mercoledì
Visite guidate alle ore 10 – 11 – 12
Dal Giovedì alla Domenica
Visite guidate alle ore 10 – 11 – 12 – 14 – 15 – 16 – 17
Sabato e Domenica visite anche alle 18
Luglio:
 
Tutti i giorni 
Visite guidate alle ore 10 – 11 – 12 – 14 – 15 – 16 – 17 – 18

Biglietti


I biglietti per la visita guidata di Porto Flavia possono essere acquistati ESCLUSIVAMENTE:
– on line cliccando qui
– nella biglietteria presso l’Ufficio del Turismo di Piazza Municipio
– nella biglietteria del sito

Sul biglietto è indicato l’orario scelto.

Si consiglia di presentarsi in biglietteria, con la ricevuta del biglietto cartacea o digitale, con 15 minuti di anticipo.  Il ritardo comporta la mancata visita e non dà diritto al rimborso.

Prezzi

Intero: 10.00 euro
Ridotto (ragazzi dai 6/12 anni e senior +65): 6.50 euro
Gruppi (almeno 20 adulti paganti): 8.00 euro
Scuole: 6.50 euro (non acquistabile online)

Il numero dei visitatori è contingentato per motivi di sicurezza. Si consiglia vivamente di acquistare il biglietto prima della visita.
Per gruppi superiori alle 25 pax rivolgersi all’Ufficio del Turismo.

Regolamento a cui i visitatori si devono attenere,in base alle disposizioni per il contrasto al Covid-19, prima e durante la visita:

– obbligo della misurazione della temperatura corporea prima dell’ingresso, con più di 37,5° sarà vietato l’accesso al sito

– obbligo di indossare mascherina e guanti
– durante la visita distanziamento di almeno un metro tra persone di diverso nucleo familiare
– obbligo di igienizzare le mani ( guanti compresi) prima dell’ingresso

A Porto Flavia potranno accedere 30 persone ogni turno di visita, divisi in due gruppi, il secondo gruppo dovrà attendere circa 15 minuti per poter accedere alla galleria. Sara necessario mantenere il distanziamento sociale tra persone di diverso nucleo familiare durante la visita

Per informazioni

Ufficio del Turismo
Piazza Municipio, 1 – 09016 Iglesias – CA
Tel. 0781.274507 – Mail: [email protected]
Non si accettano PRENOTAZIONE TELEFONICHE O VIA MAIL.

 

Dove mangiare

Noi siamo stati all’Agriturismo “Sa Rocca”, un’oasi di tranquillità dove poter gustare dei piatti tipici sardi eccezionali.

Dista circa 6 km da Porto Flavia.

Da non perdere

Se vi piacciono i panorami non perdetevi il Belvedere di Nebida, per una passeggiata davvero unica nel suo genere. Da qui potrete anche ammirare le rovine dell’antica Laveria Lamarmora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.